Chi è il fisioterapista

Il Fisioterapista è

  • l’operatore sanitario responsabile della Fisioterapia e Riabilitazione
  • opera a servizio delle persone e delle comunità per sviluppare, mantenere e ristabilire il movimento e le capacità funzionali al massimo possibile, per tutto l’arco della vita.
  • interviene in circostanze in cui il movimento e la funzione sono compromessi dal processo di invecchiamento o da lesioni traumatiche o malattie
  • si occupa dell’identificazione e dell’ottimizzazione delle potenzialità del movimento, entro gli ambiti della promozione e il mantenimento della salute e della qualità della vita-educazione,  della prevenzione di danni, di limitazioni funzionali, disabilità e lesioni, del trattamento e riabilitazione

 

La Fisioterapiae Riabilitazione è di natura intellettiva, tecnico-gestuale, relazionale ed educativa, richiede:

  • conoscenze e competenze professionali specifiche
  • competenze comunicativo-relazionali
  • competenze educazionali e di  counselling
  • abilità di auto-aggiornamento e ricerca
  • flessibilità per la migliore integrazione nei vari contesti di pratica

 

Fisioterapista: un professionista vicino ai “bisogni” dei cittadini

 

Le funzioni primarie del Fisioterapista sono:

  • Promozione e Prevenzione della salute, Educazione terapeutica
  • Identificazione dei problemi funzionali delle persone e della collettività
  • Valutazione, Pianificazione, Gestione e Rivalutazione del trattamento
  • Cura e Riabilitazione degli individui con perdita e disturbi del movimento
  • Formazione rivolta agli studenti e al personale dell’equipe; Autovalutazione e Autoformazione
  • Ricerca per lo sviluppo della Fisioterapia e delle migliori pratiche

 

Il Fisioterapista può esercitare la sua professione:

  • in strutture e servizi sanitari pubblici o privati, in regime di dipendenza o libero-professionale. ( Ospedali, Residenze Sanitarie Assistite -RSA - APSP; Istituti/Ospedali Privati Convenzionati, o nelle ADI- Assistenza domiciliare integrata, ecc.)
  • libero professionista (Studi Professionali, Studi Associati, Cooperative, ecc.)
  • Attualmente vi è un elevato bisogno di Fisioterapisti, il mercato del lavoro offre quindi ampie possibilità d’inserimento professionale

 

Il percorso di studi per diventare un “vero” Fisioterapista: una professione che evolve in risposta ai bisogni di salute della società e allo sviluppo delle conoscenze in Fisioterapia

 

Per diventare Fisioterapista è necessario iscriversi al:

  • Corso di Laurea in Fisioterapia nell’ambito delle Facoltà di Medicina e Chirurgia

 

Per accedere al Corso di Laurea è necessario:

  • Essere in possesso di un diploma di scuola secondaria superiore quinquennale o di altro titolo estero dichiarato equipollente dal Ministero della Salute

 

L’accesso è programmato ed è:

  • È disciplinato da un bando di ammissione ai Corsi di Laurea delle Professioni Sanitarie, pubblicato in Agosto sul sito web degli Atenei (es: www.univr.it)
  • È subordinato al superamento di una prova di ammissione su argomenti di logica e cultura generale, biologia, chimica, fisica e matematica.

 

Durante il percorso di studi lo studente acquisirà:

  • Conoscenze nelle scienze di base e cliniche
  • Capacità di affrontare ed analizzare i problemi
  • Metodologia di intervento proprie del Fisioterapista
  • Conoscenze rispetto alle dimensioni etiche, deontologiche e giuridiche rispetto alle proprie attività professionali
  • Capacità relazionali sia con i pazienti che con l’equipe professionale

 

Fisioterapista: una professione proiettata nel futuro

 

Il conseguimento del Diploma di Laurea in Fisioterapia dà diritto a:

  • Abilitazione all’esercizio professionale ai sensi del quadro normativo vigente. Lo scopo è di proteggere i cittadini da operatori incompetenti, non qualificati professionalmente ed eticamente
  • iscrizione all’Associazione Professionale – A.I.FI.
  • inserimento nel mondo del lavoro
  • iscrizione al Corso di Laurea Magistrale in Scienze della Riabilitazione, per conseguire una formazione avanzata, per l’esercizio di attività di elevata qualificazione: direzioni Corsi di Laurea, di servizi di Fisioterapia, di progetti di Ricerca essenziale allo viluppo della pratica  della Fisioterapia basata su prove di efficacia
  • iscrizione ai Corsi di Perfezionamento
  • iscrizione ai Master di I°e II° livello, per conseguire una formazione clinica avanzata ed assumere funzioni di coordinamento organizzativo

 

 

Fisioterapista: una professione intellettuale a servizio del cittadino in una società che cambia

 

AIFI, un’associazione volontaria di Fisioterapisti

  • L’A.I.FI., Associazione Italiana Fisioterapisti, è un’Associazione volontaria fondata a Roma nel 1959 da un gruppo di Fisioterapisti.
  • è l’unica organizzazione riconosciuta ed accreditata come valido interlocutore sia dalle Istituzioni Pubbliche Nazionali che dai similari organismi all’Estero, la World Confederation for Physical Therapy -WCPT- Confederazione mondiale della Fisioterapia.
  • Ha principalmente due obiettivi tesi a salvaguardare sia la professionalità del fisioterapista, sia la salute dei cittadini

 

La tutela dalla Salute Pubblica

  • Logica conseguenza per l’Associazione è la lotta all’abusivismo. Purtroppo, la mancanza di una seria normativa e di un Albo Professionale ha dato origine a questa autentica piaga, che mette i pazienti meno avveduti nelle mani di operatori, nella migliore delle ipotesi, poco preparati, esponendo  a grave rischio la salute dei cittadini.
  • da alcuni anni l’AIFI svolge un’efficace attività di informazione rivolta ai pazienti, tramite una campagna pubblicitaria basata su affissione e distribuzione di stampati; una puntuale informazione ai mass media ed un’intensa attività di pubbliche relazioni.
  • è possibile mettersi in contatto con le varie Sedi Regionali per richiedere informazioni ed essere indirizzato a professionisti qualificati.
  • In collaborazione col Tribunale per i Diritti del Malato, è stato impostato un Progetto Integrato di Tutela dei pazienti.
  • Annualmente l’AIFI, l’8 settembre, in occasione della Giornata Mondiale della Fisioterapia e Riabilitazione, promuove speciali azioni a sostegno della lotta all’abusivismo professionale.

 

La sensibilizzazione dei pazienti

  • Nonostante il ricorso all’opera del Fisioterapista sia ormai prassi consolidata, risulta ancora carente una “cultura” della Fisioterapia e un’informazione corretta relativa all’attività svolta dal Fisioterapista, sia da parte dei cittadini che da parte di alcuni operatori sanitari.
  • Uno dei compiti che l’AIFI si è assunta è quindi quello di informare i cittadini, attuali e potenziali, su possibilità, funzioni e limiti della Fisioterapia, che potrebbe in molti casi avere valenza preventiva, anziché riabilitativa.
  • Informare il cittadino fornendo i necessari elementi per la scelta del professionista più adeguato per la soluzione di uno specifico problema, indirizzandolo nella sua ricerca.
  • A tale scopo, da alcuni anni, è stato aperto un Sito Web dell’AIFI Trentino Alto Adige, accesso libero sia per gli associati, sia per i cittadini: www.aifitrentinoaltoadige.net     
  • Visita il sito nazionale: www.aifi.net

 

e

 

L’Associazione Italiana Fisioterapisti – A.I.Fi. e Cittadinanzattiva

  • nel protocollo d’intesa, ritenendo che il servizio sanitario pubblico rappresenti una parte fondamentale e irrinunciabile del sistema di protezione sociale del Paese e, quindi, un bene comune della collettività da preservare e rafforzare attraverso una azione continua di miglioramento dell’accessibilità per i cittadini e della qualità e della sicurezza dei servizi offerti, dispongono l’impegno reciproco e sistematico per:
  • il miglioramento dell’efficacia delle prestazioniofferte
  • ilmiglioramento dell’efficienza dei servizi riabilitativi
  • il miglioramento della comunicazione e della informazione nei confronti dei cittadini,
  • il miglioramento della qualità della formazione dei professionisti
  • il miglioramento della qualità della formazione dei professionisti
  • la costruzione di una rete territorialea sostegno di servizi riabilitativi più accessibili, efficaci ed efficienti nell’interesse dei cittadini.